Competenze digitali e soft skill: le capacità necessarie nel XXI secolo

Molti genitori sono convinti che i loro figli debbano apprendere il più presto possibile le competenze digitali. Ma che cosa si intende esattamente per «competenze digitali»? E quali sono le competenze e le capacità richieste nell’«era digitale»?

Per quello che riguarda la formazione digitale in generale, si tratta di capacità di applicazione a livello tecnico delle tecnologie digitali e, in parte, di conoscenze di programmazione. Inoltre, questo tipo di formazione include spesso anche le capacità di comunicazione digitale e di collaborazione, nonché conoscenze riguardo fonti digitali attendibili, modelli digitali di commercio, sicurezza dei dati, protezione della sfera privata, oppure della modalità di funzionamento degli algoritmi.

I nuovi modelli di competenza digitale includono anche il pensiero critico, le capacità sociali, quali l’empatia, la competenza di gestire in modo sensato sia il tempo che si trascorre davanti allo schermo, sia la propria reperibilità digitale.

Le abilità del XXI secolo e l’importanza del gioco libero

In ogni caso, gli esperti del settore ammettono che proprio nell’era digitale non sono richieste solamente le competenze tecniche, ma anche e soprattutto le «Soft Skill», cioè le competenze trasversali. Si tratta, ad esempio, di capacità di risolvere i problemi, di elaborare informazioni complesse, di pensiero astratto, di gestione del tempo, di competenze interpersonali e interculturali, di resilienza, di perseveranza, di capacità di adattamento e disponibilità al cambiamento, di creatività, di pensiero critico e imprenditoriale.

In particolare la creatività e la capacità di risolvere i problemi sono competenze dell’essere umano che sono superiori alle macchine. In altre parole, le competenze digitali costituiscono solamente una parte delle «skill necessarie nel XXI secolo». E’ dimostrato che le «soft skill» possono essere trasmesse meglio dai genitori e dalle persone di riferimento, durante un apprendistato oppure nelle attività extra, piuttosto che all’interno di ambienti di formazione scolastica.

Cari genitori – noi siamo al vostro fianco!

Un servizio professionale e gratuito per genitori e persone di riferimento di bambini e giovani – per telefono 058 261 61 61online.

Dal punto di vista dello sviluppo psicologico, il gioco libero e i luoghi di studio senza ansia da prestazione sono fattori fondamentali per incentivare la creatività e la salute psichica degli adolescenti.

Suggerimenti per genitori

  • Nell’abito della formazione digitale, assicuratevi che, oltre alle capacità tecniche, vostro figlio acquisisca soprattutto capacità di pensiero critico, capacità sociali, empatia e capacità di regolare il proprio utilizzo dei media. Il vostro compito di genitori è sostenerlo durante questo percorso.
  • Incoraggiate i vostri figli al movimento e al gioco libero.

Dott.ssa Sarah Genner

Dott.ssa Sarah Genner

Sarah Genner, psicologa esperta di media, svolge ricerche e redige studi riguardanti gli effetti di inter-net e dei media sulle persone e sulla società. E’ coautrice dello studio JAMES sulla gestione dei me-dia da parte dei giovani in Svizzera e dello studio MIKE sui comportamenti di utilizzo dei media da parte degli allievi delle elementari. Nel 2016, la sua dissertazione sui rischi e sugli effetti collaterali di internet mobile ha vinto il Mercator Award.


Hat Ihnen der Artikel weitergeholfen?

0
0